Perché lo yoga fa bene ai bambini?

I bambini di oggi hanno poco spazio per esprimere il loro potenziale creativo, soddisfare il bisogno di esplorare, di meravigliarsi e di fare scoperte in maniera autonoma.

Le nuove tecnologie di cui i bambini oggi sono consumatori abituali, da un lato forniscono loro una grande quantità di input, dall’altra li allontanano sempre più dalla dimensione corporea e dai ritmi naturali, causando difficoltà ad ascoltare e ad ascoltarsi, concentrarsi e tollerare la frustrazione.

Lo yoga conferisce grandi vantaggi all’apprendimento e all’apprendimento con il corpo,  anche grazie al gioco e ad un approccio rilassante.

Lo yoga permette al bambino di esprimersi senza essere giudicato. Vengono accolte la sua curiosità e la capacità innata di meravigliarsi.

Il clima rilassato aiuta a sviluppare i valori dell’ amicizia e del rispetto, fondamentali a questa età.

Le tecniche tradizionali, adattate ai bambini, li aiutano a misurarsi con se stessi, a concentrarsi, a riconoscere e gestire le emozioni e coinvolgono tutti gli aspetti della persona: fisico, mentale, emotivo.

La pratica dello yoga nella fase evolutiva produce molti benefici, tra i più importanti troviamo:

° il rinforzo dello schema corporeo: la lentezza dei movimenti aumenta l’attenzione agli stimoli propriocettivi; migliora la conoscenza di come avviene il movimento nello spazio e la coordinazione.

° la prevenzione dei vizi posturali: la pratica di posture, tenute anche per pochi respiri, migliora la consapevolezza del corpo nella dimensione spaziale:i difetti di postura sono tenuti sotto controllo e corretti.

° sviluppo equilibrato di forza ed elasticità: le sequenze dinamiche di posizioni agiscono alternativamente su muscoli complementari, rendono i movimenti più ampi e fluidi e allo stesso tempo conferiscono stabilità.

° le asana e i giochi di respiro migliorano la circolazione sanguigna, il livello di energia, la funzionalità intestinale, la capacità respiratoria, rinforzano il sistema immunitario.

Benefici psichici e relazionali:

° i bambini imparano ad usare la respirazione per  fronteggiare le emozioni negative, lo stress e l’ansia.

° le tecniche di concentrazione e di rilassamento con visualizzazioni positive fanno sperimentare momenti di calma e serenità, producendo progressivamente maggiore autostima.

° attraverso i giochi si promuovono i valori della cooperazione, della condivisione e dell’amicizia: ciò produce sicurezza.

° la pratica di asana, i giochi con regole inclusive e il dialogo riflessivo sviluppano autocontrollo e disciplina che conferiscono forza interiore e chiarezza.

° aumenta l’equilibrio con profonde ripercussioni psicologiche: stabilità emotiva e maggiore sicurezza di sé.

° migliora l’organizzazione spazio-temporale e ciò influisce positivamente sull’apprendimento scolastico.

° le pratiche di asana, il respiro consapevole e il rilassamento producono un effetto distensivo ed equilibrante sul sistema nervoso vegetativo: ciò favorisce la capacità di attenzione, concentrazione e ritenzione delle informazioni.

° grazie alle istruzioni ripetute lentamente, alle canzoncine, alla produzione di suoni naturali, ai momenti ben regolati di dialogo profondo si acquisisce una maggior padronanza di linguaggio.

° l’armonizzazione del tono muscolare e la canalizzazione dell’energia favoriscono il superamento dell’aggressività e dell’apatia, legati rispettivamente a ipertensione e a ipotensione muscolare.

° attraverso il clima giocoso e l’assenza di competizione si favoriscono il rispetto e l’ascolto reciproco.

° potersi confrontare, condividere con gli altri esperienze e riflessioni aiuta a conoscere meglio se stessi.